Un bee-happy da favola

E’ stata una ‘sfacchinata’ pazzesca per le tantissime (per fortuna) persone che hanno contribuito ma il risultato è andato al di là di ogni aspettativa. Abbiamo ricevuto i complimenti dal Presidente Federale Sergio Mignardi che ha voluto venire ad assistere di persona; abbiamo ricevuto i complimenti ed un grazie di cuore dai Club presenti e che si sono già prenotati per la prossima edizione. D’altro canto i numeri parlano da soli: tre giorni full-time di gioco, di assistenza a tutti gli ospiti, di servizio ristoro ininterrotto; 20 Club da mezza Europa, 48 squadre, 144 partite. E poi tutto è filato liscio come l’olio, pochi e minimi inconvenienti, tutti (organizzatori ed ospiti) tranquilli, sereni, collaborativi e, alla fine, contentissimi e soddisfatti. Bravissimi tutti !!!!!

All_Together_Bee_Happy_2017_Andrea (Copia).jpg

Bee-happy: ci siamo fatti valere.

Dal punto di vista sportivo la manifestazione ha mostrato un livello molto alto in tutte cinque le categorie. Tra le straniere si sono segnalate le squadre dell’Hockey Club Vienna (Austria) che hanno vinto sia con le under 14 che con gli under 12 e delle cavallette di Hohenkirchen (Germania) alle prime due posizioni con le under 12; anche il C.D. Terrassa (Spagna) ha portato un’ottima under 14 femminile e lo Zurigo (Svizzera) una under 12 maschile il lizza fino all’ultimo per la vittoria. Fra le italiane veramente forte la under 10 di Moncalvo.

Bee_Happy_2017_2nd_D077 (Copia).jpg

Bee_Happy_2017_3rd_D107 (Copia).jpg

Eccellenti prestazioni da parte di tutte le nostre squadre (5 di Riva e 2 di Limone): la under 14 maschile ha vinto il titolo vincendo tutti gli incontri anche con avversari di ottimo livello come i tedeschi dello Jena e i cechi dell’Hostivar; la under 10 di Limone ha perso solo l’incontro decisivo con la Moncalvese pur lottando alla pari; i coetanei di Riva sono giunti ottavi su 16 squadre al via. La under 12 maschile di Limone ha perso soltanto dal Vienna in qualificazione ed ha conquistato il terzo posto finale; ottimi anche i coetanei di Riva giunti quinti su 12 squadre presenti. In un torneo equilibrato le nostre favolose under 14 sono giunte terze lottando alla pari con Vienna e Terrassa ed anzi riuscendo a battere le austriache alla fine vincitrici. Anche tra le under 12 le nostre ragazze hanno superato il Vienna e sono giunte quinte. In conclusione dell’articolo potrete vedere tutti i risultati e le classifiche.

Bee_Happy_2017_2nd_D039 (Copia).jpg18893356_1737289202953626_7053972267912958098_n (Copia).jpg

Per meglio illustrare il successo della nostra manifestazione e sottolineare l’eco incredibile che ha avuto nel nostro mondo, riportiamo gli articoli pubblicati in vari siti e quotidiani.

Sito web del Comune di Riva del Garda

«Bee happy!»: in 500 per la terza edizione

Si è conclusa con un record di presenze la terza edizione del torneo internazionale giovanile di hockey Bee Happy! organizzato dall’Hockey Club Riva che da venerdì 2 giugno a domenica 4 giugno ha visto affrontarsi sul campo di Sant’Alessandro squadre provenienti da tutta Italia ma anche da Spagna, Rep. Ceca, Croazia, Germania, Svizzera e Austria.

Un successo che neanche la stessa società gardesana si aspettava. Ben venti le società presenti con un totale di 48 squadre. Quasi 500 fra ragazzi e ragazze di età compresa tra i 9 e 14 anni più allenatori, accompagnatori e genitori al seguito (in tutto più di 800 persone hanno “invaso” l’impianto di Sant’Alessandro), tutti giunti in riva al lago di Garda per il torneo, ormai molto ambito, ma anche per godere delle attrattive dei nostri luoghi.

Una terza edizione caratterizzata da una molteplicità di culture e lingue diverse ma anche di stili hockeistici molto distanti l’uno con l’altro. Un modo come altro per i ragazzi e le ragazze dell’Hockey Club Riva di misurarsi e confrontarsi con squadre provenienti anche dai paesi leader della disciplina (Spagna e Germania).

Il tutto svoltosi sul nuovo manto del campo di Sant’Alessandro, vero valore aggiunto di questa edizione. Un vero fiore all’occhiello che la società di Riva ha potuto sfoggiare grazie all’impegno di Provincia e Comune in riconoscimento al lavoro intenso svolto dall’Hockey Club Riva negli ultimi anni. Lavoro che fra il 2015 e il 2017 ha visto le squadre giovanili della società vincere ben 3 titoli italiani, 2 secondi posti e 2 quinti posti a fronte di città ben molto più grandi e con maggiore tradizione hockeistica (Roma, Catania, Cagliari, Padova, etc.).

L’importanza del torneo Bee Happy! è stata anche sottolineata dalla presenza, durante i giorni del suo svolgimento, del Presidente della Federazione Italiana Hockey, dott. Sergio Mignardi, sempre vicino alle iniziative per la promozione di questo sport e riconoscente verso la città di Riva per essere un traino dell’hockey italiano all’estero.

La premiazione delle diverse squadre vincitrici (http://hcriva.altervista.org/ per averne conto) si è rivelata solo il momento conclusivo di una tre giorni all’insegna dello sport e dell’amicizia: “Il successo del torneo – dice Luca Risatti, presidente dell’Hockey Club Riva – ci ha veramente sbalordito. Abbiamo avuto richieste da squadre italiane ed estere già da settembre/ottobre del 2016 per non rischiare di essere escluse. E purtroppo abbiamo dovuto dire no a molte società ma, davvero, con 48 squadre abbiamo raggiunto il massimo della capienza”. E continua: “Il nuovo manto ha dato sicuramente lustro a questa edizione, ma la differenza, come al solito, è tutto merito della perfetta organizzazione offerta dagli oltre 40 volontari che hanno aiutato incessantemente in cucina, al bar, al tavolo della lotteria e in campo (giudici e arbitri). Loro sono la forza più grande della nostra società. Sono state tre giornate di grande lavoro e fatica, ma tutti le hanno affrontate sempre col sorriso, sposando in pieno il valore e il significato che il nome stesso del torneo vuole portare”.

Il pensiero ormai è già proiettato alla quarta edizione, ma in mezzo la società di Riva cercherà di portare in giro per l’Europa le sue squadre con la partecipazione ad altri tornei ma proverà anche a raccogliere altri importanti successi a partire dalle finali italiane Under 12 maschili in programma a Genova dal 16 al 18 giugno. La squadra gardesana infatti è riuscita a qualificarsi per la final-eight dove affronterà compagini provenienti da Lombardia, Piemonte, Lazio, Sicilia e Sardegna.

Bee_Happy_2017_3rd_D100 (Copia).jpg

Sito web delle Federazione Italiana Hockey

Bee Happy, (ancora un) grande successo per il Torneo Internazionale Giovanile di Riva

Una grande festa e un grande successo: non può definirsi diversamente (anche) la terza edizione del torneo internazionale giovanile Bee Happy di Riva del Garda, che lo scorso fine settimana ha ospitato 20 società (di cui 9 straniere) per un totale di 48 squadre, divise nelle diverse categorie. Atleti stimati? Tra i 450 e i 500: numeri impressionanti, che sommati a quelli relativi agli accompagnatori (che fanno salire il dato a circa 800 unità) danno la misura della rilevanza, anche sociale, che il “Bee happy” ha acquisito nel corso degli anni. La premiazione delle diverse squadre vincitrici (CLICCA su http://hcriva.altervista.org/ per averne conto) si è rivelata solo il momento conclusivo di una tre giorni all’insegna dello sport e dell’amicizia: “Il successo del torneo – dice Luca Risatti – ci ha veramente sbalordito. Abbiamo avuto richieste da squadre italiane ed estere già da settembre/ottobre del 2016 per non rischiare di essere escluse. E purtroppo abbiamo dovuto dire no a molte società ma, davvero, con 48 squadre abbiamo raggiunto il massimo della capienza”, prosegue Luca, sinceramente dispiaciuto per non aver potuto includere altri sodalizi: amici, mai rivali.

“Quest’anno la novità più grande è stata sicuramente rappresentata dalla ristrutturazione del campo (della grandezza  per l’hockey a 7) che Comune di Riva e Provincia di Trento hanno voluto apportare, per poi farlo gestire direttamente alla nostra società” dice ancora Luca. Il nuovo manto “ha dato sicuramente un valore aggiunto alla solita” perfetta “organizzazione offerta dagli oltre 40 volontari che hanno aiutato incessantemente in cucina, al bar, al tavolo della lotteria e in campo (giudici e arbitri). Loro sono la forza più grande della nostra società” ci tiene a dire Risatti. Sono state “tre giornate di grande lavoro e fatica, ma affrontate sempre col sorriso, sposando in pieno il valore e il significato che il nome stesso del torneo vuole portare.

Vorremmo ringraziare il Presidente FIH Sergio Mignardi (nella foto con alcuni dei volontari) per averci fatto la bellissima sorpresa di stare con noi, in compagnia della moglie, per due giorni; – conclude Luca Risatti – la sua presenza ha un grande significato per una piccola società come la nostra: vuol dire che comunque il lavoro che stiamo proponendo è grande ed importante”. E già il pensiero va alla quarta edizione che, ormai pare certo, sarà (come ‘d’abitudine’) un altro successo da raccontare.

Bee_Happy_2017_2nd_D076 (Copia).jpg

Quotidiano Il Trentino

001.jpg

002.jpg003.jpg004.jpg005.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.